Inondazioni in Cina 2020 Scossa Bitcoin Mining Farms e tassi di Hash

Le principali piscine minerarie in Cina sono testimoni di un calo giornaliero del 10-20% dei tassi di hashish di bitcoin dovuto a forti piogge. Il Sichuan, una provincia della Cina sud-occidentale che contribuisce per quasi il 50% al tasso di hashish, è stata la più colpita.

Effetti delle inondazioni in Cina 2020 sulle miniere di bitcoin

L’attuale stagione dei monsoni in corso ha creato scompiglio nella provincia del Sichuan, poiché il continuo diluvio ha portato ad un calo del tasso di hashish bitcoin. La Cina contribuisce a oltre il 50% del tasso di hashish Bitcoin Trader del mondo e le principali miniere di bitcoin si svolgono nel Sichuan.

Il Sichuan è una regione montagnosa che continua a registrare un record e i forti temporali di molti giorni che hanno portato ad un calo del tasso di hashish di bitcoin. Negli ultimi due giorni, questo calo ha portato al suo picco, con un calo medio del 15% del tasso di hashish giornaliero.

Secondo alcuni rapporti, i principali pool minerari del mondo, PoolIn, F2Pool, BTC.com e Antpool, che hanno sede in Cina, hanno registrato un calo dal 10 al 20% del tasso di hashish bitcoin nelle ultime 24 ore. La potenza di calcolo combinata di tutti questi pool contribuisce per quasi il 50% del tasso di hashish bitcoin totale.

La tradizionale stagione umida si è trasformata in un disastro

Il Sichuan si trova a monte della diga delle Tre Gole, che è la più grande diga idroelettrica esistente. La stagione umida è generalmente considerata buona per i minatori di bitcoin, poiché l’acqua corrente genera più energia per il processo di estrazione. Tuttavia, le inondazioni in Cina nel 2020 hanno invertito la tendenza. Riguardo alla questione, il CEO e co-fondatore di Poolln, Kevin Pan ha detto,

„Le forti piogge hanno causato interruzioni di corrente in alcune parti della regione, in quanto gli impianti idroelettrici hanno interrotto la produzione di energia per aiutare a scaricare le inondazioni. Alcuni paesi stanno anche sperimentando interruzioni delle telecomunicazioni e di Internet“.

Anche molti altri bitcoiner hanno parlato degli effetti devastanti delle forti piogge e delle inondazioni sulle attività minerarie cinesi. Il fondatore di Coinmetrics, Nic Carter, aveva twittato quasi un mese fa sulla cattiva situazione della diga delle Tre Gole.

In poche parole, la stagione dei monsoni in Cina porta ogni anno abbondanti piogge ed eccessive risorse idroelettriche necessarie per l’estrazione di bitcoin. Ma le gravi inondazioni di quest’anno hanno addirittura bloccato l’autostrada che porta nel Sichuan a causa delle colate di fango dove si trova la maggior parte delle fattorie minerarie. Tuttavia, le inondazioni hanno causato un arresto temporaneo delle fattorie minerarie di bitcoin. A maggior ragione, questo potrebbe averne distrutto alcune.

D’altra parte, il valore del Bitcoin è fiorito ancora di più oggi. Il Bitcoin ha iniziato lunedì con 12.000 dollari e al momento della segnalazione, il valore del Bitcoin è di 12.263,25 dollari. Il limite di mercato è attualmente pari a 226.428.579.779 dollari, con un aumento del 3,65% nelle ultime 24 ore.